Il nostro Istituto propone, unico in Friuli Venezia Giulia, la possibilità di conseguire, attraverso un sesto anno opzionale, il titolo di Enotecnico – 5° livello EQF, con iscrizione ad Assoenologi, associazione che riunisce Enotecnici ed Enologi di tutta Italia. Il corso è riservato ai soli 12 Istituti storici che vantavano il corso sessennale di Viticoltura ed Enologia, riuniti nella “Rete delle Scuole Enologiche italiane”. 

L’Enotecnico possiede specifiche competenze relative al settore viti-vinicolo. A conclusione del percorso – che comprende significativi periodi di preparazione tecnico-pratica nei vigneti, nei laboratori e nello stabilimento enologico dell’Istituto ed in aziende vitivinicole di primaria importanza – è in grado di organizzare attività produttive vitivinicole ecocompatibili; gestire attività produttive e trasformative, valorizzando gli aspetti qualitativi dei prodotti e assicurando tracciabilità e sicurezza; interpretare e soddisfare le esigenze del settore della produzione vitivinicola con particolare riferimento alle problematiche del territorio; applicare le norme previste dalla legislazione vitivinicola nazionale e comunitaria anche in materia di sicurezza alimentare; utilizzare strumenti e metodologie appropriate per effettuare verifiche e controlli sul prodotto; monitorare e gestire il processo di vinificazione in tutte le sue fasi, in particolare riguardo all’introduzione di tecnologie innovative; elaborare valutazioni economiche dei processi di produzione e trasformazione; realizzare attività promozionali per la valorizzazione dei prodotti della filiera vitivinicola collegati alle caratteristiche territoriali.

La lunga tradizione del polo agrario, attivo presso il nostro Istituto, ha formato centinaia di tecnici che operano nelle aziende vitivinicole e nelle cooperative del Friuli VG e di altre regioni. Ha dato inoltre la possibilità alla nostra scuola di ottenere importanti premi nel corso degli anni e raccogliere soddisfazioni come il 1° premio assoluto tra gli Istituti Tecnici Agrari e professionali nazionali per il suo Sauvignon DOC Friuli Colli Orientali nel prestigioso concorso “Bacco e Minerva” del 2018, manifestazione che l’Istituto ha poi ospitato l’anno successivo.