La microbiologia è la scienza che studia la vita degli organismi microscopici. In ambito agrario particolare rilievo assume la conoscenza delle interrelazioni tra i lieviti e i processi naturali sfruttati dalle tecniche agrarie, come la fermentazione o, al contrario, in processi che devono essere evitati per la conservazione ottimale dei prodotti agricoli.
Soprattutto nel corso di viticoltura si dedica particolare attenzione alla microbiologia enologica, per il ruolo centrale che il lievito assume nella tecnologia della vinificazione.
Per lo studio dei lieviti e dei fenomeni biotecnologici la dotazione principale del laboratorio è rappresentata da microscopi ottici che, adottando la tecnica dell’immersione in bagno d’olio, consentono fino a 1000 ingrandimenti. I vetrini sono osservati a secco o colorati con opportune tecniche. Sono utilizzati, inoltre, microscopi stereoscopici per la visione tridimensionale, con zoom ad ingrandimento continuo ed un sofisticato microscopio ad epifluorescenza, che prevede la colorazione delle cellule con fluorocromi selettivi.
Le esercitazioni prevedono l’allevamento di microrganismi, per cui sono in funzione una cappa a flusso laminare sterile, apparecchi di filtrazione, camere di crescita termostatate ed apparecchi per bagnomaria.
Si effettua la determinazione della carica e della concentrazione microbica e lievitiforme.