I corsi dell’Istituto Professionale Statale offrono:
• la preparazione per entrare subito nel mondo del lavoro
• le conoscenze necessarie per continuare all’Università
• lo sviluppo delle competenze di base attraverso la didattica laboratoriale
xxxxx
Sede e contesto dell’Istituto Mattioni La scuola ha un rapporto favorevole tra docenti e allievi. La nuova sede è inserita nel Polo Tecnico Professionale in località Rubignacco, poco distante dalla stazione di Cividale. Gli studenti hanno la possibilità di utilizzare la mensa dell’Istituto presente presso la sede centrale.
Percorsi PCTO (ex. Alternanza Scuola-Lavoro) –  La riforma dell’istruzione professionale prevede l’obbligo per gli anni 3°, 4° e 5° di attività curricolari in alternanza scuola – lavoro. L’IPS Mattioni le realizza prevalentemente nella modalità dello stage aziendale e le arricchisce con estensione di attività extra curricolari e, a domanda, anche nel periodo estivo con il tirocinio formativo. Ospitalità per studenti che vengono da lontano Gli studenti possono essere ospitati (le rette sono favorevoli) nel vicino Convitto Nazionale Paolo Diacono che è provvisto di un proprio sistema di trasporto degli studenti verso la scuola.
Attività integrative Grazie all’autonomia scolastica ogni classe progetta attività integrative finalizzate all’arricchimento dell’offerta formativa. Queste trovano supporto nel sistema telematico interno alla scuola e nel collegamento a internet Wi-Fi di cui è dotato l’intero istituto. Vengono realizzati viaggi d’istruzione, visite guidate e lezioni fuori sede. Nella scuola si attiva periodicamente un gruppo teatrale che partecipa a rassegne studentesche in regione.
Continuare gli studi… I corsi professionali, come qualsiasi altro diploma quinquennale, permettono l’accesso ai corsi universitari.
Presso l’IPS Mattioni sono attivi anche Corsi triennali di Formazione professionale regionale (IeFP) che consentono di ottenere la qualifica professionale al 3° anno, il Diploma professionale al 4° anno e, poi, di continuare gli studi fino al 5° anno che si conclude con l’Esame di Stato (ex “Maturità”).

GUARDA GLI ALTRI VIDEO!

CANALE YOUTUBE IPSIA MATTIONI
SETTORE IMPIANTI

Il Corso Elettrico è basato sullo studio delle materie riguardanti le applicazioni dell’elettricità nelle diverse attività. Lo studente impara a conoscere i principi dell’elettrotecnica e dell’elettronica, le norme per l’esecuzione a ”regola d’arte” degli impianti elettrici ed elettronici, i metodi di rappresentazione dei circuiti mediante il disegno, il funzionamento e l’uso del computer. Grazie agli stage e ai tirocini estivi, la scuola favorisce l’inserimento dei ragazzi nelle realtà del lavoro. Dopo il 3° anno si consegue la Qualifica professionale regionale di Operatore elettrico che consente l’ingresso precoce nel mondo del lavoro con un adeguato bagaglio di competenze professionali.
Al 4° anno si ottiene il Diploma professionale. In seguito è possibile iscriversi al 5°anno integrativo e conseguire il Diploma tecnico dopo aver superato l’Esame di Stato.
Il bagaglio di conoscenze acquisito consente al diplomato di poter iniziare la professione di impiantista prendendone in considerazione tutti i settori: da quello elettrico, a quello delle automazioni, al fotovoltaico. Il Diploma tecnico consente inoltre l’accesso a qualsiasi corso di laurea.

SETTORE MOTORI

Il corso di qualifica per Operatore di riparazione dei veicoli a motore porta gli studenti ad ottenere la qualifica professionale regionale dopo tre anni di studio. Il percorso scolastico si articola poi in altri due anni per arrivare al diploma di scuola superiore alla fine del quinto anno. Il corso ha una forte caratterizzazione pratica e laboratoriale al fine di ottenere, già nel corso del triennio, delle competenze specifiche relative agli interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria dei veicoli a motore. Il corso di istruzione e formazione professionale è inserito nel programma Toyota Technical Education Program (TTEP) che vede l’Ipsia Mattioni come unica scuola della regione selezionata dalla Toyota per aderire al programma internazionale di formazione. Un punto di forza del progetto TTEP sono una l’ottima officina ed i laboratori di meccanica dotati di attrezzature allo stato dell’arte
Il Diplomato di istruzione professionale nell’indirizzo Manutenzione e assistenza tecnica di questo settore possiede le competenze per gestire, organizzare ed effettuare interventi di installazione e manutenzione ordinaria, di diagnostica, riparazione e collaudo relativamente a piccoli sistemi, impianti e apparati tecnici.
Nell’indirizzo “Manutenzione e assistenza tecnica”, l’opzione Apparati, impianti e servizi tecnici industriali e civili specializza e integra le conoscenze, coerentemente con la filiera produttiva di riferimento e con le esigenze del territorio, con competenze rispondenti ai fabbisogni delle aziende impegnate nella manutenzione di apparati e impianti elettrici, elettronici, elettromeccanici, termici, industriali e civili, e relativi servizi tecnici.
Questa nuova figura professionale unisce le competenze dell’ impiantista termotecnico e dell’ elettrotecnico per ottenere un profilo integrato di notevole interesse e flessibilità per il mercato del lavoro. Al termine del percorso il tecnico garantisce e certifica la messa a punto a regola d’arte degli apparati e impianti industriali e civili, collaborando alle fasi di installazione, collaudo e di organizzazione-erogazione dei relativi servizi tecnici.

SETTORE OTTICO
Studiare Ottica? Lo studio dell’ottica è in-novativo e ha importanti applicazioni. Questa scuola ad indirizzo sanitario è l’unica per ottici in Regione e i nostri studenti hanno più volte vinto la Gara Nazionale d’indirizzo. Oltre a materie generali e Ottica, si studiano Discipline sanitarie (anatomia e fisiopatologia degli occhi e del corpo, Optometria (misurazione della vista), Lenti a contatto e Lenti oftalmiche.
Quali possibilità di lavoro? Dopo cinque anni e l’esame di abilitazione, si diventa Ottico e si può lavorare in centri e negozi di ottica (in autonomia o come dipendente) o come tecnico specializzato. Giornali e trasmissioni televisive (Repubblica, Nazione, Panorama, Rai-Okkupati…) hanno evidenziato che la professione di ottico ha elevate possibilità di occupazione. Guarda i video informativi sul sito internet dell’Istituto (ma ne trovi anche su YouTube).
Cosa fa un Ottico? L’ottico è un professionista di ambito sanitario che prepara occhiali, lenti a contatto, ausili per ipovedenti, ecc. sia su prescrizione medica sia in autonomia, valuta i difetti rifrattivi dell’occhio (nei limiti di legge), sceglie e applica le lenti a contatto. Inoltre, l’ottico conosce la strumentazione ottica e scientifica (telescopi, microscopi, strumenti di precisione, ecc.).
Quali sono le condizioni di lavoro? Le condizioni di lavoro nei centri ottici sono confortevoli e a contatto con le persone, cercando una soluzione ai problemi visivi (che coinvolgono la metà della popolazione) e anche pensando un po’ alla moda. Per tali aspetti è importante la capacità di relazionarsi con gli altri. Il corso è scelto sia da ragazzi sia da ragazze.
Continuare gli studi… Vari studenti hanno preferito corsi relativi alla salute o specifici come quello di Laurea in Ottica e Optometria (ad es. nella vicina Università di Padova). Oppure i Corsi di specializzazione in Optometria: un biennio di approfondimento, per studenti lavoratori, con esperti del settore.
ABILITAZIONE ALLA PROFESSIONE