Dal 2007 è in funzione un frantoio a ciclo continuo della capacità lavorativa di 500 Kg di olive all’ora, con la possibilità di escludere il nocciolo dalla frangitura.
È dotato di due gramolatrici autonome da kg. 300, quindi vi è la possibilità di lavorare contemporaneamente piccole partite di olive.
Ha un apposito decanter separatore (separa le sanse con l’acqua di vegetazione dall’olio), per cui i residui di lavorazione possono essere smaltiti e impiegati come ammendante organico nel terreno.
Il frantoio dell’azienda è basato sul sistema continuo moderno, che si può riassumere nella seguente sequenza di lavorazioni: le olive sono introdotte prima nella tramoggia di conferimento per passare nella lavatrice idropneumatica-defogliatrice, poi sono trasportate con un elevatore a coclea al frangitore, con formazione continua della pasta che va alla gramolatrice. La pasta è inviata alla centrifuga (decanter), che, sfruttando il principio della centrifugazione ad elevato numero di giri, la separa nei suoi tre componenti: sansa, acqua di vegetazione e mosto olio. L’olio e l’acqua di vegetazione sono infine inviati ai separatori centrifughi per estrarre l’olio extra vergine.
È in dotazione un separatore di nocciolino che ne permette l’estrazione dalle sanse bagnate; successivamente questo può essere variamente utilizzato, anche sfruttando il suo elevato potere calorifico. È presente infine un impianto di imbottigliamento certificato della capacità operativa di 200 kg olio/ora, utilizzabile con bottiglie di capienza variabile (da 0,5 a 2 lt.) con possibilità di eventuale pre-filtrazione. Il frantoio è utilizzato per la lavorazione delle olive raccolte nell’oliveto interno ed è a disposizione di produttori esterni, costituendo un valido supporto alla produzione olivicola regionale.